CHE COS’ E’ L’ AGRICOLTURA SOCIALE

Il termine AGRICOLTURA SOCIALE sta ad indicare quelle attività che impiegano le risorse dell’agricoltura e della zootecnia per promuovere azioni terapeutiche, di riabilitazione, di inclusione sociale e lavorativa, di ricreazione, di educazione ed altri servizi utili per la vita quotidiana delle comunità locali.

Gli spazi dell’azienda agricola, il contatto con la natura, la possibilità di lavorare in piccoli gruppi di persone, di svolgere attività manuali con ritmi dettati dalle stagioni, di avere a disposizione una vasta gamma di attività e processi in cui sperimentarsi rappresenta un ambito privilegiato per realizzare azioni di sostegno e capacitazione, per attivare servizi civili (agri-asili, centri estivi per bambini oppure diurni per anziani per es.) ma anche per offrire formazione e inclusione lavorativa a persone a bassa contrattualità o con svantaggio sociale.

L’agricoltura improntata a criteri di sostenibilità concorre al benessere della popolazione non solo attraverso il ‘corretto’ svolgimento della propria attività principale, cioè la coltivazione/manutenzione del terreno, ma anche attraverso l’erogazione diretta di servizi sociali a beneficio delle fasce deboli di popolazione. Consiste anche nell’inserire ragazzi con disabilità motorie o diverse nel campo dell’agricoltura.

divider corto cascina sociale carlo alberto